El altar de oro de San Ambrosio

Tag

, , , , , , , ,

L’altare d’oro di Sant’Ambrogio. Puoi leggere quest’articolo in italiano cliccando qui

El altar mayor de la basílica de San Ambrosio de Milán es uno de los mejores ejemplos de arte carolongio en Italia. Fue ordenado construir alrededor del 840 por Angilberto II, obispo de Milán. Aunque se atribuye al orfebre Vuolvino, del cual apenas si tenemos noticias biográficas, es seguramente obra de diferentes artistas, coordinados por éste.

Continua a leggere

Le teste di San Giacomo il Maggiore e di San Giacomo il Minore: ma che confusione!!

Tag

, , , , , , , , , , , , ,

Immagine di sinistra: Martirio di San Giacomo il Maggiore. F. Zurbarán (1598-1664) – Museo del Prado, Madrid — Immagine di destra: Martirio di San Giacomo il Minore. P. Orrente (1580-1645) – Museu Belles Arts, Valencia

Giacomo di Zebedeo e Giacomo di Alfeo sono due dei dodici apostoli. Il primo Giacomo, figlio di Zebedeo e fratello di Giovanni Evangelista, fu il primo degli apostoli ad essere martirizzato. Secondo la tradizione, predicò nella penisola iberica ma nel 44 d.C. tornò a Gerusalemme, dove fu arrestato e decapitato sotto Erode Agrippa. Il suo corpo, compresa la testa, fu sepolto probabilmente nelle vicinanze. La tradizione occidentale dice che fu riesumato dai suoi discepoli che lo misero su una barca che, senza timone e senza vela, grazie all’intervento divino arrivò fino alla costa atlantica del Nord della Spagna, in un luogo vicino a dove circa otto secoli più tardi fu ritrovato, insieme ai corpi dei suoi due discepoli. Questo ritrovamento miracoloso riaccese la devozione per l’apostolo in terra ispanica, o forse gli diede il via, fondando un luogo a lui dedicato nel campo dove apparvero le stelle che indicavano la presenza delle reliquie (il campus stellae) che da quel momento in poi passò a chiamarsi Santiago (in onore al santo) de Compostela. Questo luogo, fin dalla fine del primo millennio, diventò, e continua ad essere, una delle mete di pellegrinaggio più importanti del mondo, come è da tutti saputo. E per distinguerlo dall’altro Giacomo, viene anche chiamato Giacomo il Maggiore1.

Continua a leggere

Tras las huellas de los apóstoles: las reliquias de San Pablo

Tag

, , , , , , , , ,

Sulle orme degli apostoli: le reliquie di San Paolo. Puoi leggere quest’articolo in italiano cliccando qui

Nació hacia el 5-10 d.C. en Tarso, ciudad importante y cosmopolita de Cilicia, en el sur de la actual Turquía, y se llamaba Saulo. Era judío, pero también ciudadano romano, con el nombre de Caius Julius Paulus, estado que tuvo desde su nacimiento porque era un privilegio del que gozaban algunos habitantes de Tarso.

Continua a leggere

La croce di Anjou: non solo un simbolo religioso

Tag

, , , , , , , , , , ,

La croce di Anjou è riconosciuta come ricavata totalmente da un grosso frammento della Vera Croce, uno dei più grandi attualmente presenti al mondo. Il palo è lungo circa 27 cm, con 2 cm di larghezza e 1,3 di spessore; la prima traversa di 9,2 cm e la seconda di 7,8, per un totale di 104 cm3. Risponde alla tipologia di croce patriarcale, ossia con due traverse, essendo quella superiore più corta. Quest’ultima simbolizza il ‘Titulus Crucis’, ossia la tavoletta con l’iscrizione ‘INRI’. Di colore marrone scuro, frutto di una verniciatura apportata forse nel momento dell’assemblaggio o della sua posteriore decorazione, della quale parleremo in seguito, si possono apprezzare delle venature, alcuni nodi e piccole fessure, non essendo alterazioni importanti. Richiama l’attenzione il fatto che questa sia probabilmente l’unica reliquia della Vera Croce rimasta ‘allo scoperto’, ossia non racchiusa in un reliquiario o una stauroteca, una volta liberata dal suo probabile astuccio originario. Nei reliquiari bizantini la reliquia si poteva estrarre dal suo contenitore per poter essere messa a contatto con i fedeli, come per esempio la Stauroteca di Limbourg. Invece, la prassi occidentale era quella di custodire le reliquie in reliquiari sigillati; in questo modo la reliquia poteva essere vista, esposta, ma non toccata.

Continua a leggere

Tras las huellas de los apóstoles: las reliquias de San Pedro

Tag

, , , , , , , , , , ,

Sulle orme degli apostoli: le reliquie di San Pietro. Puoi leggere quest’articolo italiano cliccando qui

San Pedro. Arnolfo di Cambio, 1300 aprox.. Basílica de San Pedro en Vaticano

Pedro llegó a Roma hacia el año 54, cuando reinaba Nerón (aunque la tradición hace remontar su llegada a los tiempos del emperador Claudio1). En Roma ya existían algunas comunidades cristianas, que los romanos confundían con la hebraica -o las consideraban como una secta de la misma- ya expulsadas por el emperador Claudio, predecesor de Nerón, porque, en palabras de Svetonio, estaban instigadas por Cristo y provocaban muchos tumultos. Pero volvieron después de la muerte del emperador.

Continua a leggere

Sulle orme degli apostoli: le reliquie di San Giovanni Evangelista

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , ,

San Giovanni Evangelista a Patmos. H. Bosch (1450-1516). Gemäldegalerie, Berlino

Aveva circa 10 anni meno di Gesù ed era il più giovane ma anche il più longevo degli apostoli. Nacque a Betsaida sul lato Tiberiade da una famiglia di pescatori abbastanza benestante. Era figlio di Zebedeo e di Salomè (probabilmente cugina della Madonna) e fratello di Giacomo Maggiore. Giovanni, ‘il discepolo che Gesù amava’, fu sempre presente nei momenti più importanti della sua vita: la trasfigurazione, con Pietro preparò l’ultima cena durante la quale sedette alla destra del suo maestro, la preghiera nel Getsemani, l’arresto di Gesù, la scoperta del sepolcro vuoto da parte di Maria Maddalena, … fu l’unico dei suoi discepoli presente sotto la croce. Si prese cura della Vergine fino alla sua morte, avendogliela affidata Gesù un attimo prima di morire.

Continua a leggere

Relicarios fantásticos: la estauroteca de Limburg

Tag

, , , , , , , , , ,

Reliquiari fantastici: la stauroteca di Limburg. Puoi leggere quest’articolo in italiano cliccando qui

Estauroteca de Limburg*

La estauroteca1 de Limburg se encuentra en el tesoro de la catedral de Limburg an-der-Lahan (Alemania) y es uno de los mejores ejemplos existentes de la orfebrería del Imperio Bizantino Medio (843-1204), un ejemplar casi único, tanto por su de ejecución como por su suntuosidad.

Continua a leggere

La casa di Maria a Nazareth

Tag

, , , , , , ,

Sarebbe il luogo dell’annunciazione dell’arcangelo Gabriele a Maria. O per lo meno ciò che resta, ossia solo una parte, perché il resto volò a Loreto, secondo la tradizione.

È la casa da nubile, quella dove viveva con i suoi genitori, Gioacchino e Anna. Le case del luogo avevano tutte le stesse caratteristiche. Non erano proprio tali, ma potremmo chiamarle case-grotta, perché erano parzialmente costruite e parzialmente scavate nella roccia.

Continua a leggere

La Santa Ampolla

Tag

, , , , , , , , , ,

Las Santa Ampolla. Puoi leggere quest’articolo in italiano cliccando qui

Dibujo del primer relicario de la Santa Ampolla

Así se llama la ampolla que contenía el aceite con el que se ungían a los reyes de Francia, en la ceremonia de su consagración, en la catedral de Reims.

Continua a leggere

La pietra della discesa

Tag

, , , , , , ,

La magnifica cattedrale gotica di Toledo non solo è importante per il complesso architettonico in sé, ma anche per la gran quantità di opere d’arte che racchiude. Per questo motivo, non c’è da meravigliarsi se altre ‘curiosità’ possano passare completamente inavvertite al visitatore occasionale.

Mi riferisco a una pietra, chiamata ‘Pietra della discesa’ racchiusa in una cappellina a ridosso del secondo pilastro, fra le due navate minori di sinistra. Questa pietra ricorda la discesa della Vergine Maria per l’imposizione della casula vescovile al vescovo di Toledo Ildefonso, posteriormente San Ildefonso. E a ricordo di quest’evento, sulla pietra sarebbero rimaste le impronte della Vergine.

Continua a leggere